Home La scuola

La scuola

L’istituto Comprensivo Bernardo Dovizi di Bibbiena è nato nell’a.s. 1999/2000, dalla fusione della Scuola Elementare Luigi Gori, della Scuola Media Giuseppe Borghi, della Scuola Materna Statale Mario Mencarelli e della Scuola Materna Statale di Bibbiena Centro, oggi detta “di Via della Fantasia”, a seguito della  riorganizzazione della rete scolastica del comune di Bibbiena e in  contemporanea con la nascita dell’Istituto Comprensivo di Soci.

Naturalmente le scuole di Bibbiena sono molto precedenti al 1999. La loro storia corre in parallelo alla storia della scuola italiana: la Scuola Elementare, la più antica, fu istituita nel 1859 dalla Legge Casati e resa obbligatoria nel 1877 dalla Legge Coppino quando era al potere in Italia la sinistra storica; la Scuola Media Unica nacque in Italia nel 1962 insieme al nuovo obbligo scolastico fino ai 14 anni, e comportò la soppressione della Scuola di Avviamento Professionale e dell’esame di ammissione alla ex Scuola Media; infine la Scuola Materna Statale, nata nel 1968, la cui frequenza è ancora oggi facoltativa ma di fondamentale importanza per l’educazione delle nuove generazioni.

Dal 2003, dopo la Riforma Moratti, le scuole hanno cambiato denominazione e sono diventate Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado.

La funzione dell’istruzione di base, negli anni, si è trasformata adeguandosi ai cambiamenti sociali, culturali, scientifici e tecnologici sia negli strumenti utilizzati  (si pensi ai computer e alle Lavagne Interattive Multimediali – LIM) sia nei metodi, sia nelle finalità. Oggi gli insegnanti sono preoccupati di  licenziare gli alunni avendoli dotati di una “cassetta degli attrezzi” che li metta in grado di rispondere alle sfide della “società della conoscenza” che si modifica con estrema rapidità. Gli attrezzi non sono altro che le competenze-chiave di cittadinanza, costituite dai saperi disciplinari, dai saperi trasversali quali senso civico e coesione sociale, e dalla capacità di imparare ad imparare in modo autonomo per tutta la durata della vita.

La fisionomia attuale dell’Istituto Comprensivo Bernardo Dovizi, scuola pubblica aperta a tutti, riflette il proposito di dare a ogni alunno la “cassetta degli attrezzi” di cui si è detto sopra, come dimostrano i progetti che affiancano e sostengono l’azione educativa e didattica ordinaria. Per una conoscenza più approfondita si rinvia alla sezione progetti e al Piano dell’Offerta Formativa.  Qui ci limitiamo alla loro enumerazione, a cominciare dal Progetto Co.R.Po.So (recupero e potenziamento) passando attraverso il Progetto Arcobaleno (inclusione) il Progetto Comenius (scambi con scuole straniere) il Progetto Neve, il  Centro sportivo, senza dimenticare i laboratori teatrali, l’educazione alla salute, l’educazione ambientale, l’educazione alla cittadinanza (di cui è espressione il Consiglio Comunale dei Ragazzi). Nell’a.s. 2007/08 per far fronte a episodi di bullismo, nacque il Progetto Orchestrando;  finanziato con fondi pubblici e privati, nell’a.s.2009/10 ha portato all’istituzione dell’indirizzo musicale presso la scuola secondaria di primo grado. Qui gli alunni, dopo una prova attitudinale, imparano a suonare quattro strumenti – pianoforte, chitarra, violino e flauto -  e affinano in particolare  la capacità di stare insieme suonando nell’”Orchestra giovanile Dovizi” .

Nel settembre prossimo la Filarmonica Sereni di Bibbiena rinnoverà la collaborazione con la scuola primaria attivando un percorso di educazione alla musica nella istituenda sezione di tempo pieno delle future classi prime.

Con l’attenzione posta dall’Istituto Dovizi al teatro e alla musica, ci collochiamo nel solco della migliore tradizione bibbienese, dove la scuola ha sempre svolto un importante ruolo di promozione e di aggregazione. Lo si può vedere dalla vecchia foto, rinvenuta tra i ricordi della famiglia Gabiccini, che ritrae le bambine e i bambini della classe quinta elementare dell’anno scolastico 1932/33 sulla scalinata dell’antico edificio de “La Casa della Scuola”, alcuni  visibilmente orgogliosi e soddisfatti, al termine della rappresentazione dell’ Operetta “Il canto delle sirene”, andata in scena  il 23 maggio 1933.

Bibbiena 23 maggio 1933  - Casa della Scuola Luigi Gori - classe V elementare -                                   Operetta Il Canto delle sirene

Bibbiena 23 maggio 1933 – Casa della Scuola Luigi Gori – classe V elementare – Operetta Il Canto delle sirene